Privacy Policy

Venerdì 06 Agosto, ore 20,00 – davanti l’ingresso della Chiesa di Santa Maria in Cosmedin (Bocca della Verità)

Quota di partecipazione: € 13,00 comprensiva di  servizio di radiocuffie e visita

Termine ultimo di prenotazione: giovedì 05 Agosto ore 13,00

Condurrà la visita Massimiliano Del Moro, storico dell’arte e guida turistica autorizzata

Nuovo itinerario alle pendici del Palatino, nell’antica Valle Murcia tra Campidoglio, Aventino e zona trans tiberina, arricchito da approfondimenti inediti, frutto di recenti indagini e studi archeologici.

L’area del Velabro è costellata di monumenti e luoghi cardine della storia romana.

Si tratta di un perimetro pianeggiante confinante a nord con il Campidoglio, a sud con il Foro Boario, a est con il Foro Romano e a ovest con il Foro Olitorio. Il Velabro era un quartiere commerciale, solcato da due strade molto importanti: il vicus Tuscus e il vicus Iugarius che collegavano il Foro Romano con il Tevere.

In tempi remoti, prima della bonifica del VI secolo a.C., il fiume si riversava sovente nella piana, depositandovi la sabbia dorata: non a caso il nome Velabro deriva proprio dal latino velum aureum, ovvero palude aurea. A testimonianza dell’animo mercantile che impregnava la zona del Foro Boario, l’Arco di Giano assurge ancora a porta d’ingresso per i visitatori. Difatti non si tratta di un arco trionfale, né di un monumento dedicato a Giano, bensì di un passaggio coperto per i mercanti e i venditori…

PRENOTA l’EVENTO