Privacy Policy

Domenica 01 Dicembre ore 7,00, partenza da Via Spellanzon angolo Viale Bergamini

Quota di partecipazione: DA DEFINIRE

Termine ultimo di prenotazione: Martedì 29 Novembre ore 13,00

Condurrà la visita Massimiliano Del Moro, storico dell’arte e guida turistica autorizzata

Programma dell’escursione:

– Partenza ore 7,00 da Via Spellanzon angolo Viale Bergamini con Pullman Gt. Da 54 posti;

– Breve sosta in autogrill per colazione;

– Arrivo a Napoli per le 10,15 e visita guidata alla CAPPELLA DI SAN SEVERO con il celebre CRISTO VELATO

 

La Cappella di San Severo (detta anche chiesa di Santa Maria della Pietà) è tra i più importanti edifici di culto di Napoli.

Situata nelle vicinanze della piazza San Domenico Maggiore, la chiesa è attigua al palazzo di famiglia dei Principi di Sansevero, da questo separata da un vicolo una volta sormontato da un ponte sospeso che consentiva ai membri della famiglia di accedere al luogo di culto direttamente. La cappella, che ospita capolavori come il Cristo velato, conosciuto in tutto il mondo per il suo velo marmoreo che quasi si adagia sul Cristo morente, e meraviglie del virtuosismo come la Pudicizia e il Disinganno, rappresenta uno dei monumenti più singolari concepiti dall’ingegno umano. 

La cappella ospita comunque numerose altre opere di pregiata fattura, come le Macchine anatomiche, due corpi totalmente scarnificati dove è possibile osservare, in modo molto dettagliato, l’intero sistema circolatorio. Nel tempio è trasfusa tutta l’eclettica e carismatica personalità del suo ideatore: Raimondo di Sangro, principe di Sansevero, figura vittima della fervida fantasia napoletana che lo ha reso protagonista di numerose leggende.

Il Cristo Velato.

quest’opera famosa per la sua impeccabile realizzazione si trova al centro della navata della Cappella di San Severo. Fu realizzata da Giuseppe Sanmartino, su committenza di Raimondo di Sangro. Doveva essere una “semplice rappresenzazione di Nostro Signore Gesù avvolto nel sudario” ma osservandola è impossibile non essere investiti da mille interrogativi, primo tra tutti l’assoluta perfezione dell’opera. Il sudario trasparente che avvolge Gesù non richiama minimamente la freddezza e la durezza del marmo, materiale di cui è scolpito, perché ciò che appare davanti ai nostri occhi è pura seta. Mai un velo è stato rappresentato in questo modo, perlopiù da un giovane e sconosciuto artista napoletano che ha saputo in quest’opera superare gli stessi Canova e Michelangelo.

 

– Pranzo presso una tipica pizzeria napoletana “I Vesi”:

 antipasti misti tipici napoletani;

 pizza margherita;

bevande, caffè.

– Nel pomeriggio passeggiata lungo VIA SAN GREGORIO  ARMENO famosa per i SUOI PRESEPI

Via San Gregorio Armeno è universalmente conosciuta come la via del Presepe.

Nel periodo natalizio troverete una folla enorme, che si accalca in questa stretta strada in salita, percorsa su entrambi i lati da piccoli negozi e botteghe dove vengono realizzati preziosi e originali pastori. Ogni anno ne vengono sfornati di nuovi, in linea con l’attualità e con i fatti accaduti durante l’anno: troverete le statuine di personaggi politici, star del mondo della musica e dello sport, protagonisti di primo piano della vita italiana e internazionale.

Ma San Gregorio Armeno non è solo folklore rigorosamente fatti a mano e in terracotta, i pastori di San Gregorio non riproducono solo la fisionomia dei personaggi ma riescono a raccontarne l’anima, dipinti ad arte in ogni minimo dettaglio e vestiti di abitini cuciti a mano. Tra una casetta in sughero, un mucchietto di muschio e le serie di personaggi che abitano i Presepi, dal famosissimo Benino alla Sacra Famiglia ai vari buoi e asinelli, si respira un’atmosfera magica in cui le tradizioni e lo spirito natalizio sopravvivono intatti al caos frenetico della città in continuo cambiamento. Ancora oggi è possibile passeggiare per San Gregorio Armeno e osservare i mastri di bottega a lavoro, mentre modellano la terracotta o ultimano le rifiniture dei loro pastori famosi in tutto il mondo.

Oltre agli artigiani del presepe, in questa strada si concentrano molte della attività artistiche e commerciali della città; ci sono infatti botteghe di scultori, argentieri e doratori, aperte tutto l’anno e non soltanto nel periodo natalizio.

– Ripresa del pullman e rientro a Roma in serata.

Quota di partecipazione: € 65,00

Nella quota di partecipazione  è compreso:

– noleggio del pullman da 54 posti   con assicurazione;

– pranzo in PIZZERIA;

– visita guidata alla CAPPELLA DI SAN SEVERO con guida autorizzata (Massimiliano Del Moro);

– radio cuffie per ascoltare la spiegazione;

– parcheggio pullman e mance all’autista ed al personale della pizzeria;

– ingresso alla Cappella di San Severo.

 

 NOTA BENE:

  Questa gita ha richiesto  un’organizzazione differente e più ampia includendo servizi offerti anche da altri fornitori: siamo quindi costretti a richiedere un rimborso spese di Euro                         per coloro che daranno disdetta della loro prenotazione, salvo sostituzione con propri conoscenti od amici.

 

 

 

 

 

PRENOTA l’EVENTO